« Archivio

Scandalo 1Mdb, Usa restituiscono altri 300 milioni di dollari

Creato dal governo malese nel 2009, questo fondo รจ stato bersaglio di malversazioni multimiliardarie sino al 2014, uno scandalo finanziario che ha coinvolto sia dell'ex premier malese Najib Razak che la banca d'investimento Goldman Sachs.

16/04/2020

Il 14 aprile lo United States Department of Justice (Dipartimento di Giustizia degli Stati Uniti) ha comunicato di aver reso alla Malesia altri 300 milioni di dollari. Il denaro proviene da sequestri di beni legati allo scandalo finanziario del fondo d’investimento sovrano malese 1Mdb.

Creato dal governo malese nel 2009, questo fondo è stato bersaglio di malversazioni multimiliardarie sino al 2014, uno scandalo finanziario che ha coinvolto sia dell’ex premier malese Najib Razak che la banca d’investimento Goldman Sachs. 

È la prima volta che le autorità statunitensi collegano esplicitamente l’ex premier allo scandalo finanziario multinazionale. La Us Securities and Exchange Commission (Sec) ha citato l’ex premier come figura chiave nell’ambito di un procedimento per corruzione contro Tim Leissner, ex dirigente di Goldman Sachs.

Leissner avrebbe lavorato con altre figure della banca d’investimento per sottrarre al fondo 2,7 miliardi di dollari. Secondo la Sec, il denaro sarebbe stato redistribuito sotto forma di tangenti a “funzionari di governo in Malesia e ad Abu Dhabi, incluso Najib Razak”.

Leissner è stato bandito a vita dall’industria finanziaria, nell’ambito di un patteggiamento tra l’ex banchiere e la Sec. Il fondo 1Mdb, precedentemente noto come 1Malaysia Development Berhad, aveva raccolto sotto il governo di Najib miliardi di dollari nel corso di una serie di emissioni obbligazionarie mediate da Goldmand Sachs.

I fondi sottratti sono stati dirottati tramite operazioni di riciclaggio verso le principali piazze finanziarie di diversi paesi tra cui Stati Uniti, Svizzera, Singapore e Lussemburgo.

In tutto gli Stati Uniti hanno già restituito alla Malesia circa 600 milioni di dollari.


« Archivio